Attraversamenti ciclabili: questi sconosciuti
attravciclabili1

ATTRAVERSAMENTI CICLABILI: QUESTI SCONOSCIUTI

Dopo avervi parlato delle piste ciclabili in ogni loro variante, nonché delle regole di comportamento in caso di attraversamento della carreggiata in corrispondenza delle strisce pedonali, affrontiamo oggi la spinosa questione degli attraversamenti ciclabili.

Segnaletica orizzontale

L’attraversamento ciclabile è tracciato sulla carreggiata nel modo prescritto dall’art. 146 co. 2 del Regolamento di attuazione del C.d.S.: “Gli attraversamenti ciclabili sono evidenziati sulla carreggiata mediante due strisce bianche discontinue, di larghezza di 50 cm; con segmenti ed intervalli lunghi 50 cm …”.

Nel caso in cui la pista ciclabile corra parallelamente ad un marciapiede, allora l’attraversamento ciclabile come sopra descritto sarà affiancato dalle normali strisce pedonali, nel modo chiarito dall’art. 146, co. 2 II periodo del Regolamento: “In caso di attraversamento ciclabile contiguo a quello pedonale è sufficiente evidenziare con la striscia discontinua solo la parte non adiacente l’attraversamento pedonale”.

Diverso è il caso in cui invece ciclisti e pedoni condividano un percorso promiscuo e questo sia tagliato perpendicolarmente da altra strada: qui l’attraversamento sarà delineato solo tramite le strisce pedonali, non essendovi bisogno di specificare che anche le biciclette possono attraversare, essendo il percorso già in origine condiviso.

Peraltro si specifica, anche se è abbastanza ovvio anche alla luce del precedente contributo sul tema, che in questo caso i ciclisti possono transitare sulle strisce pedonali in sella alla propria bici.

attravciclabili3

Diritto di precedenza

Ai sensi dell’art. 40, co. 11 del C.d.S.: “In corrispondenza degli attraversamenti pedonali i conducenti dei veicoli devono dare la precedenza ai pedoni che hanno iniziato l’attraversamento; analogo comportamento devono tenere i conducenti dei veicoli nei confronti dei ciclisti in corrispondenza degli attraversamenti ciclabili”.

Posto che, come anche chiarito nell’incipit del già citato art. 146 del regolamento, la segnaletica orizzontale di attraversamento ciclabile serve “… per garantire la continuità delle piste ciclabili nelle aree di intersezione …”, il combinato disposto delle due norme fa emergere chiaramente che lo scopo del C.d.S. è quello di garantire il diritto di precedenza dei ciclisti che percorrendo una ciclabile si trovino ad impegnare una intersezione.

Purtroppo nella pratica l’Ente proprietario della strada sembra non fare corretta applicazione di tali principi.

Nell’immagine che segue (Street View della ciclabile attigua al marciapiede di via Marcantonio Colonna, a Roma), un esempio di segnaletica a dir poco “creativa”: linea di arresto del segnale di “STOP” posizionato DOPO l’attraversamento pedonale, segnaletica orizzontale di attraversamento ciclabile semicancellata e non conforme a quanto prescritto dal Regolamento in termini di misure. Inoltre, le linee tratteggiate sono due, mentre quella al lato dell’attraversamento pedonale non andrebbe tracciata, come poc’anzi illustrato.

attravciclabili2

I segnali sovrabbondanti creano confusione

Sempre con riferimento all’immagine sopra commentata, c’è da aggiungere che in corrispondenza dell’intersezione sono presenti anche i segnali verticali di fine pista (prima dell’attraversamento) e di inizio pista (alla fine dell’attraversamento).

Orbene, tali cartelli devono essere apposti solo in caso di interruzione della ciclabile, ove il ciclista non ha il diritto di precedenza rispetto gli altri veicoli e deve arrestare la marcia, e non nel diverso caso di intersezione con relativo attraversamento ciclabile che ne garantisce la contiguità e, quindi, la precedenza agli utenti che la percorrono.

Pertanto una segnaletica del genere, oltre che inutile, è anche dannosa, in quanto ingenera confusione negli utenti della strada che si accingono ad impegnare l’intersezione.


Resta connesso con il blog dell’Associazione Salvaiciclisti Roma. Ogni giorno pubblicheremo contenuti autentici sul ciclismo urbano a Roma. Seguici dove più ti piace sulla nostra pagina Facebook, su Twitter o direttamente da qui. Raccontaci la tua esperienza, compila il questionario.


  • Mangusta69

    Salve, vorrei porre una domanda. In caso di intersezione tra una pista ciclabile e strisce pedonali, chi ha la precedenza?

    • Sabrina Grisoli

      I pedoni hanno sempre la precedenza sulle strisce