E’ possibile andare in bici nei percorsi pedonali?

E’ possibile andare in bici nei percorsi pedonali?

Conoscere le regole è necessario per capire come comportarsi in alcune situazioni. Cominciamo dal verificare che ci sono alcune strade o parti di esse il cui transito è riservato a determinate categorie di utenti: per esempio i percorsi pedonali.

Queste strade sono individuabili attraverso l’art. 122 del regolamento di esecuzione e di attuazione del Codice della Strada rubricato segnali di obbligo generico.

Il caso che interessa è regolamentato al comma 9 del predetto articolo il quale recita: “I segnali di CIRCOLAZIONE RISERVATA A DETERMINATE CATEGORIE DI UTENTI il cui simbolo è in essi contenuto indicano che la strada o parte di essa è riservata alla sola categoria di utenti prevista mentre è vietata alle altre.

♦ Tali segnali sono:  a) il segnale PERCORSO PEDONALE (fig. II.88) che deve essere posto all’inizio di un viale, di un itinerario o di un percorso riservato ai soli pedoni da impiegare solo quando non risulta evidente la destinazione al transito pedonale” ed al comma 10:“ La fine dell’obbligo dei segnali di cui al comma 9 deve essere indicata con analogo segnale barrato obliquamente da una fascia rossa (fig. II.89, …)

percorsi pedonali

Quando siamo in presenza di questi segnali, dunque, l’itinerario o il percorso è riservato esclusivamente al transito pedonale e gli altri utenti della strada, comprese le biciclette, non possono in alcun modo transitarvi.

Pertanto quando un ciclista vuole procedere su di un percorso pedonale deve scendere dalla propria bicicletta e deve comportarsi come un pedone, altrimenti potrebbe incorrere nella sanzione amministrativa prevista in caso di contravvenzione di tale divieto è quella di cui all’art.  146 c.d.s. rubricato Violazione della segnaletica stradale, il quale al secondo comma prevede:

“Chiunque non osserva i comportamenti indicati dalla segnaletica stradale o nelle relative norme di regolamento, ovvero dagli agenti del traffico, è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 41 a euro 168”.


Credits Copertina: Sergio Gatto


Resta connesso con il blog dell’Associazione Salvaiciclisti Roma. Ogni giorno pubblicheremo contenuti autentici sul ciclismo urbano a Roma. Seguici dove più ti piace sulla nostra pagina Facebook, su Twitter o direttamente da qui.


  • Alfredo Giordani

    Da non confondere con Area Pedonale, dove è consentito pedalare se non esplicitamente indicato diversamente.

    • Anna Becchi

      Quello riguarderà la prossima puntata. Stay tuned. 😉

    • Enzina Fasano

      E’ uno dei problemi che hanno molti: non conoscere i segnali stradali e ciò che rappresentano, per non parlare poi dei propri diritti e dei relativi doveri. In questo caso siamo in presenza di tipologie diverse di segnali: il segnale di Area Pedonale è un segnale di localizzazione (art. 135 reg. al C.d.S.), esso sulle strade urbane è a fondo bianco, il cartello che lo rappresenta è rettangolare e in caso di eccezioni alla regola generale viene posto nella parte sottostante un altro cartello rettangolare contenete le eccezioni prevista dall’ordinanza municipale sull’area. Invece il segnale di percorso pedonale è un segnale di obbligo generico (art. 39 C.d.S.), il cartello che lo rappresenta è di forma circolare (o rotonda). Impossibili confonderli visivamente!

    • Giordani lei mi va fuori tema e mi cade proprio sul C.d.S.

      Stai condividendo i post?

      Daje, fai conoscere il nuovo blog di Salvaiciclisti-Roma.